Venezia Italia Approva Nuova Tassa di Soggiorno

Notizie di viaggio

Venezia Italia Canale

I visitatori di Venezia, in Italia, che intendono pernottare saranno ora tassati per il privilegio. I visitatori che pernottano avranno fino a 10 euro in più aggiunti al conto dell’hotel. A 5 € (circa $ 7,25 nel 2011) a notte la nuova tassa di soggiorno dovrebbe aggiungere ulteriori 8 milioni di euro di entrate nelle casse di Venezia 2011.

L’imposta viene riscossa in base al tipo di alloggio con i visitatori che soggiornano in hotel di lusso pagano di più rispetto a quelli che soggiornano in hotel economici più piccoli o nel luogo meno lussuoso di tutti, i campeggi sulla terraferma. Il massimo in questo momento è di 5€ e si applica solo per i primi 5 giorni della tua visita. In altre parole, con il sistema di valutazione a stelle più stelle ha il tuo hotel, più pagherai a meno che non soggiorni in un ostello che finora ha evitato la tassa. Pagherai meno anche sulle altre isole della laguna di Venezia o se rimani sulla terraferma. La tassa è inferiore se visiti in bassa stagione che va dal 1 novembre fino alla fine di marzo.

Cercando di dare una svolta positiva alla propria tassa, la città di Venezia ha pubblicato un colorato opuscolo in nove lingue, congratulandosi con i turisti per essere diventati “uno degli sponsor della città, contribuendo a salvaguardarla”.

Le entrate generate dalla nuova tassa “aiuteranno la città a migliorare la qualità dei servizi turistici” e andranno a “salvare il patrimonio culturale e architettonico della città”. I funzionari locali hanno anche il diritto di utilizzare la tassa di soggiorno per sostenere i servizi, il che solleva dubbi sul fatto che almeno una parte dei fondi andrà ad alleviare il grande deficit pubblico italiano.

Roma è stata la prima città ad istituire il “Contributo di Soggiorno”. Poiché la tassa si applica solo ai turisti e non ai residenti votanti, la tassa è popolare tra i funzionari eletti locali.

Le nuove tariffe non si applicano alla maggior parte dei turisti che visitano Venezia poiché si stima che dal 70% all’80% dei visitatori della città venga solo per il giorno ma si ferma altrove.

Venezia, come gran parte dell’Italia, ha un disperato bisogno di fondi, quindi non mi importa delle tasse. Metto in dubbio la saggezza di tassare solo i turisti notturni che già soggiornano in città e spendono più soldi in ristoranti, negozi e attrazioni turistiche rispetto ai visitatori giornalieri. Penso che dovrebbe esserci una tariffa separata per i visitatori che vengono in città solo per la giornata. Chiunque visiti Venezia da più di qualche giorno ha visto cosa succede quando una grande nave da crociera attracca e migliaia di persone scendono improvvisamente su Piazza San Marco.

Chissà cosa ne pensa il Comissario Brunetti!

Fateci sapere cosa ne pensate. La tassa di soggiorno è una buona idea o no e chi dovrebbe pagarla?

Clicca qui per Lonely Planet Venezia e il Veneto (guida turistica della città)

Recensione della guida Lonely Planet di Venezia e del Veneto

.

Posti correlati

Diesel Jeans interviene per salvare il Ponte di Rialto a Venezia

Vitalia Marcellina

Giorno 1 in Italia – Da Milano a Firenze

Vitalia Marcellina

Hotel Belludi 37 Review – Padova, Italia

Vitalia Marcellina

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi rinunciare se lo desideri. Accetta Leggi tutto