Consigli ecologici

Consigli ecologici

1. Riduci il consumo di acqua e gas

Questo non è così difficile come sembra. Per prima cosa, metti i contatori ovunque. Questo ti aiuterà a tenere traccia di quanto stai spendendo e, molto probabilmente, pagherai di meno.

In secondo luogo, non aprire l’acqua inutilmente quando si lavano i piatti, ci si lava il viso o ci si lava i denti.

Terzo, se puoi scegliere tra la doccia e il bagno, scegli una doccia.

In quarto luogo, per un periodo freddo, coprire lo spazio della parete dietro la batteria con 2-3 strati di pellicola. Ciò rifletterà il calore nella stanza e la quantità di energia di riscaldamento diminuirà.

In quinto luogo, posizionare una caldaia per riscaldare l’acqua fredda. Non solo ecologico, ma anche più economico.

2. Riduci il consumo di elettricità

Il primo passo è attraversare le stanze e sostituire tutte le lampadine con quelle a LED ea risparmio energetico. Costano un po’ di più, ma brillano di più e durano molto più a lungo, quindi in generale risultano molto più economici di quelli convenzionali.

Successivamente, dovresti controllare l’abitudine di spegnere le luci in quelle stanze in cui non ti trovi ora. Nelle grandi stanze (ingresso, soggiorno, camera da letto) dove trascorri molto tempo, ha senso eseguire l’illuminazione di zona, cioè lampade, applique e lampade da terra solo per l’angolo in cui trascorri la maggior parte del tempo. E accendi il grande lampadario dall’alto solo quando è veramente necessario. Inoltre, l’illuminazione di zona è anche più confortevole.

Una certa quantità di energia elettrica può essere risparmiata attraverso il cosiddetto consumo “passivo”. I tuoi elettrodomestici, in particolare computer e televisori, consumano poca energia anche quando sono spenti, ma il cavo di alimentazione è ancora collegato. Rimuovere il cavo di notte o nei fine settimana quando non è in uso.

3. Presta attenzione alle cose provenienti da prodotti riciclati

In Russia, l’elenco degli articoli realizzati con prodotti trasformati non è molto ampio, ma esiste. Esplora le fonti online su ciò che puoi acquistare da questo elenco e prova ad acquistarlo al posto dei tuoi soliti marchi di prodotti, se non sempre, almeno occasionalmente.

4. Muoviti senza auto

Cerca di camminare e andare in bicicletta di più e usa al minimo auto e autobus, ad esempio, per i viaggi interurbani. Come trasporto pubblico, dai la preferenza a tutti i tipi di trasporto elettrico: tram, filobus, metropolitana.

Ma il passaggio alle auto elettriche popolari all’estero non è in realtà così rispettoso dell’ambiente. Il fatto è che così tante risorse naturali vengono spese per la produzione di un’auto elettrica, rara al momento, che l’inquinamento e i danni alla natura sono causati più significativi rispetto alla produzione di massa di auto convenzionali.

5. Usa il frigorifero e la lavatrice secondo le regole

Le istruzioni per il frigorifero e la lavatrice contengono molti consigli utili sull’ecologia, ma non tutti leggono queste pagine. Si prega di notare che entrambi questi elettrodomestici devono stare a una certa distanza dal muro (quindi il frigorifero non si surriscalda e la lavatrice non vibra). Il frigorifero va scongelato di tanto in tanto e non riscaldato. La lavatrice deve essere completamente carica e accesa per 2-3 cose solo come ultima risorsa. Quindi consumeranno risorse energetiche al minimo.

6. Usa prodotti naturali invece di prodotti chimici

Non è sempre possibile sostituire i cosmetici chimici con i cosmetici naturali, ma nei prodotti chimici domestici la scelta è maggiore. Non ci sono centinaia, ma migliaia di ricette biologiche per pulire, lavare e pulire: provane alcune e scegli quelle più adatte a te. Ad esempio, usa l’olio essenziale al posto del deodorante per ambienti, diluiscilo in acqua e lava i pavimenti con esso. I bicchieri vengono perfettamente puliti con una soluzione acquosa di gesso e i piatti vengono lavati con soda o polvere di senape.

7. Acquista prodotti di stagione e locali

Quando sostieni un coltivatore locale acquistando prodotti di provenienza locale e frutta e verdura di stagione da produttori locali, stai aiutando enormemente la natura. Dopotutto, questo alimento non doveva essere trasportato lontano, oltre che conservato con conservanti o paraffina chimica da deterioramento.

8. Bevi meno alcol

In modo amichevole, varrebbe la pena diventare vegetariani per aiutare la natura, ma questo non è il tipo di consiglio che dovrebbe essere dato a tutti. Ma tutti possono consumare meno alcol, la cui produzione è molto energivora e la consegna delle merci inquina l’ambiente.

9. Non comprare alberi di Natale

In effetti, il consiglio completo suona così: acquista alberi di Natale vivi solo se sai per certo che sono stati appositamente abbattuti dalle imprese forestali per la vendita. A volte le foreste hanno bisogno di diradamento, inoltre, molte fattorie coltivano alberi di Natale soprattutto per le vacanze, quindi è abbastanza ragionevole prenderli. Se acquisti un albero di Natale più economico in un luogo dubbio dalle tue mani, allora c’è una grande possibilità che tu stia aiutando a distruggere la natura e contribuendo alla deforestazione illegale. Se non riesci a verificare la fonte, è meglio acquistare un paio di ramoscelli di conifere o un albero artificiale.

Meno acquisti

10. Crea elenchi

Gli acquisti impulsivi costituiscono una percentuale enorme, quindi impara a pacificare i tuoi desideri. I professionisti del marketing fanno di tutto per convincerti a comprare qualcosa, quindi non sorprende che facciamo acquisti occasionali guidati da fantasia e pubblicità. Prima di lasciare il negozio, fai una lista della spesa e seguila scrupolosamente.

11. Acquista articoli di qualità

Sembra paradossale: più le cose che acquistiamo, più economiche vengono fuori. Non proprio così, ovviamente, ma è importante se paghiamo soldi extra davvero per la qualità, e non per un marchio. Gli articoli di qualità più costosi dei beni di consumo durano molto più a lungo. Ciò significa che non è necessario smaltirli nuovamente e questo è rispettoso dell’ambiente.

12. Dimentica i pacchi

“Hai bisogno di una borsa?” – suona la frase del dovere del cassiere. Un vero “ecologista” ha sempre una risposta pronta: “No, grazie, ho la mia”. Ed è meglio lasciare che non sia un sacchetto di plastica, ma un sacchetto di stoffa. E durerà non una settimana, ma sei mesi, e quindi non ci saranno problemi con lo smaltimento. Dopotutto, il polietilene si decompone molto male e, anche quando lo inviamo nella spazzatura, è molto probabile che finisca in una discarica statale, dove la spazzatura giace semplicemente per anni e non gli succede nulla.

13. Dai una seconda vita alle cose

Non esitare a vestirti nei negozi di seconda mano e regalare a conoscenti e sconosciuti quelle cose che non ti servono più per qualche motivo. Dopotutto, perché aggrapparsi al mondo materiale delle cose mortali? Siamo al di sopra di questo.

14. Rinuncia alle sorprese

Fai regali a sorpresa solo se sei sicuro al 100% (o anche meglio – 200) percento che la persona a cui è stato donato ne abbia bisogno. Se c’è anche solo un’ombra di dubbio, allora è meglio chiedere in anticipo cosa vuole questa o quella persona. Quindi non contribuirai all’accumulo di cose inutili nelle case di altre persone.

15. Monitora la tua salute

Fai esercizio, mangia bene, dormi a sufficienza e fai controlli regolari. Come si rapporta questo con l’ambiente? È molto semplice. In un corpo sano mente sana. Se il tuo corpo non è sano, deve essere trattato con sostanze chimiche costose che richiedono molte risorse ambientali per essere prodotte. E una persona sana non ha nemmeno bisogno di vitamine in compresse.

Meno spazzatura

16. Ordina la spazzatura

Non tutti i siti di smaltimento dei rifiuti hanno la possibilità di consegnarli in modo diverso, ma vale comunque la pena provare. Pian piano iniziano a comparire anche nei piccoli centri i bidoni per i rifiuti biodegradabili e non.

17. Non utilizzare imballaggi usa e getta

Riduci al minimo il consumo di plastica e usa e getta. Piatti, cucchiai, contenitori di plastica, bustine: tienili il più piccoli possibile. Acquista le merci a peso, se possibile.

18. Smaltire correttamente le batterie.

Le batterie usate non possono essere semplicemente gettate nella spazzatura. Raccoglili in una scatola separata, quindi portali al punto di raccolta più vicino per le vecchie batterie. Molto spesso ce ne sono all’ingresso di grandi ipermercati, ma il modo più semplice è cercare un indirizzo su Internet, è possibile che siano ancora più vicini.

19. Non gettare la spazzatura per strada.

Una regola semplice, che non sarà mai superfluo ricordare. Insegna ai tuoi figli a gettare la spazzatura ovunque vadano, specialmente in natura, durante un’escursione o un picnic. E non esitate a commentare quelli che sporcano per strada. Se ti sembra che sia troppo semplice e non abbastanza, partecipa a una pulizia pubblica e ripulisci una piccola area vicino a casa, università o luogo di lavoro.

20. Acquista bevande in imballaggi sostenibili

Le lattine di vetro e alluminio sono più rispettose dell’ambiente rispetto alla plastica. Il vetro, ovviamente, è un po’ più costoso, ma l’alluminio costa paragonabile agli imballaggi in plastica, quindi qui puoi trovare una soluzione per il tuo budget.